Cos’è la meditazione guidata?

Molti hanno sentito parlare di meditazione guidata, ma di che si tratta veramente? Quali sono le tecniche più utilizzate per praticare una corretta meditazione guidata?

Cos'è la meditazione guidata?

Come suggerisce la stessa denominazione, quando si parla di meditazione guidata ci si riferisce ad una forma di consapevolezza che avviene attraverso un’interazione. E’ un’interazione tra una persona che guida ed un’altra (delle altre) che viene guidata. Si esce dalla sfera intima di una meditazione “solitaria” formale o anche informale e camminata ma pur sempre silenziosa, e si entra in un nuovo contesto. In esso una persona-voce esterna ci suggerisce un’esplorazione ben precisa attraverso l’applicazione della calma concentrata. 

consapevolezza che avviene attraverso l’interazione tra una persona che guida ed un’altra che viene guidata

La meditazione è ipnosi?


È una pratica di frontiera che ha confini prossimi all’ipnosi e al training autogeno. Ma non è né ipnosi né training autogeno. La meditazione guidata ha come obiettivo centrale quello di sviluppare, su un oggetto diverso dall’attenzione al respiro o ad un mantra, la propria capacità di calma concentrata.

E qual è questo nuovo oggetto? Beh, ci sono diverse forme di meditazione guidata: si va da uno scanning corporale nel quale si percorrono con l’attenzione, guidati dall’esterno, tutte le parti del corpo in modo attento e consapevole, fino ad una meditazione guidata su aspetti meno fisici. si accede ad aree emotive, nodi, strutture interiori, opinioni, attorno ai quali si effettua una osservazione microscopica sotto la guida di una voce esterna.

La meditazione guidata come indagine interiore

Altre volte meditazione guidata significa anche un invito ad indagare su aspetti problematici della propria vita. Ciò avviene utilizzando il prezioso strumento di una consapevolezza allenata per guardarli “negli occhi”. Altre volte ancora si propone una guida all’interno della pratica della benevolenza. Infatti un accompagnamento morbido in questo contesto si dimostra spesso uno strumento efficace per indirizzare la Metta in modo organico e completo.

Un accompagnamento morbido in questo contesto si dimostra spesso uno strumento efficace per indirizzare la Metta in modo organico e completo.

Esiste moltissimo materiale audio di meditazioni guidate di Tich Nath Ahan.
Meditazione guidata può essere intesa come un accompagnamento dal “vivo” in una sala di meditazione ma svolge perfettamente la sua funzione se fruito attraverso registrazioni audio o video. Non è perciò difficile trovare tantissimo materiale di alta qualità e gratuito navigando su internet.

Il cuore della meditazione guidata


In poche parole, si può parlare di meditazione guidata in molti contesti che abbiano la caratteristica comune e il comune obiettivo di guidare, appunto, l’attenzione di chi la riceve su un determinato oggetto interiore, sia esso una sensazione fisica, una percezione, un contenuto emotivo o una struttura di credenze.

Le tecniche di meditazione a quattro zampe fanno largo uso della meditazione guidata per osservare con consapevolezza le aree di incontro tra noi e il nostro cane. Guidare la propria attenzione nell’osservazione non giudicante dei luoghi di interazione con il nostro compagno, siano essi critici o soddisfacenti, è un’esperienza preziosissima che getta una luce curativa ben al di là della stretta interazione con il proprio cane. Ancora una volta, insomma, la proposta di una pratica col proprio cane per un lavoro ben più vasto su noi stessi.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Meditare con il cane. In pratica?
Cos’è la meditazione guidata?
Perchè dovrei meditare? 10 ragioni per farlo.
Il manuale di Meditazione a 4 zampe
La proposta di Meditazione a 4 zampe
Come posso guarire con il mio cane?
Che vuol dire Meditazione a 4 zampe?
I migliori libri di meditazione
I 10 migliori libri sui cani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *